venerdì 20 agosto 2010

Spaghetti post dibattito letterario - Ricetta istantanea

Se torni a casa, in una calda sera d'estate, dopo uno stimolante dibattito letterario dedicato al mal d'amore, e hai un certo appetituccio (condiviso dalla tua mogliettina), che cosa fai?
Semplice, inventi una ricettina veloce veloce e sfiziosa.
Gli spaghetti post dibattito letterario.
Facili e gustosi.
Metto sul fuoco l'acqua per la pasta. Intanto in un tegamino faccio soffriggere uno spicchio d'aglio con olio extravergine, ci aggiungo tre o quattro filetti d'acciuga, una scatoletta di tonno sminuzzato, un pugnetto di capperi, sette/otto olive nere (denocciolate, mi raccomando!), un pizzico di origano, qualche goccia di salsa Tabasco.
Sfumo il tutto con del vino bianco.
Intanto l'acqua giunge a bollore: butto gli spaghetti e amalgamo la salsina con qualche cucchiaio d'acqua di cottura. Completo con abbondante prezzemolo tritato e una spolverata di pecorino.
Condisco con questo intingolo gli spaghetti scolati al dente e ci beviamo sopra un bel rosato di Marino, fresco di frigo.
Volete favorire?
(p. s. : scusate se il post appare scritto di volata: l'ho buttato giù intanto che gli spaghetti cuocevano)

Nessun commento:

Posta un commento