venerdì 20 agosto 2010

La saga di Antoine Doinel - Un unicum nella storia del cinema


Cinque film nell'arco di quasi vent'anni (1959/1978), un solo regista, un solo attore, un solo personaggio: Antoine Doinel.

E' l'identikit di un'esperienza artistica e cinematografica assolutamente unica del suo genere, frutto del genio di Francois Truffaut.

Una saga di cui l'anno scorso si è celebrato il cinquantennale.

Doinel è l'alter ego di Truffaut, un personaggio attraverso il quale il regista racconta la sua difficile adolescenza, il suo contrastato rapporto con la madre, i suoi amori, la sua visione del mondo, della letteratura, dell'amicizia.

A intepretare Doinel è l'attore Jean Pierre Leaud che gli spettatori vedranno crescere e maturare nel corso della saga (nel primo film ha 14 anni, nell'ultimo ne avrà quasi 35).

Nel primo episodio della saga Doinel è quello che si definirebbe un adolescente difficile.

E non a caso il titolo è "Les 400 coups", ovvero "I 400 colpi", intraducibile espressione gergale che grosso modo significa "Il diavolo a quattro".

Nelle varie tappe della saga Doinel scopre il magico potere dell'arte, della musica, della letteratura e della parola, scopre l'amore e le donne, vive le sue delusioni sentimentali, si arruola volontario nell'esercito (da cui viene congedato con biasimo), si sposa, ha un figlio, divorzia, scrive un libro, passa attraverso mille lavori (portiere d'albergo, correttore di bozze, operaio in una fabbrica di dischi, detective privato, collaudatore di modelli navali), inizia una nuova storia di coppia....

Tutto un percorso di vita raccontato sullo schermo: il "ciclo Doinel" ripropone in forma cinematografica il genere del "romanzo di formazione".

E al personaggio di Doinel apportano via via emozioni e sfumature tanto il regista Truffaut che l'attore Leaud (i quali a loro volta danno vita a un sodalizio artistico e amicale che durerà tutta la breve vita del regista, che si spense ad appena 52 anni nel 1984).

Una saga tenera, commovente e coinvolgente, a tratti drammatica, spesso francamente comica, mai banale. Una grandissima pagina di storia del cinema.

Il ciclo Doinel è un unicum nella storia del cinema e tutti i titoli che lo compongono sono disponibili su Dvd:

Les 400 coups (1959)

Antoine et Colette (episodio del film "L'amore a vent'anni, 1962)

Baisers volés (1968)

Domicile Conjugal (1970)

L'amour en fuite (1978)

Nessun commento:

Posta un commento