domenica 3 ottobre 2010

Il fascino discreto di Scotland Yard (Melissa e The Blue Lamp)

Mi è sempre piaciuta la sequenza di apertura di "Melissa", un classico poliziesco Rai degli anni in cui la tv era in bianco e nero, di Francis Durbridge.

http://www.youtube.com/watch?v=iJ7pr-5QgN8

Una Wolseley della Polizia britannica
(non è il modello che si vede in Melissa, ma è ugualmente old fashioned)
Mi piacciono le immagini di Londra, mi piace la sobria Wolseley usata dai poliziotti londinesi.

Da poco ho scoperto che quella sequenza si ispira evidentemente alle scene iniziali di un classico film inglese del 1950: The Blue Lamp, diretto da Basil Dearden

http://www.youtube.com/watch?v=Au_9Oagorb4


The Blue Lamp è un bel film, girato con piglio documentaristico, una grande operazione di immagine per celebrare l'efficienza della polizia londinese. Una pellicola talmente azzeccata da vincere il premio Bafta (una sorta di Oscar d'oltremanica) e da ispirare una serie televisiva durata quasi vent'anni.
The Blue Lamp, insomma, è il classico "police procedural". In Italia questo film è stato distribuito con un titolo incongruo - "I giovani uccidono" - , che io sappia è passato in tv solo una volta (l'ho visto da ragazzino e ricordo che mi piacque molto).
Il titolo originale si rifà alla lanterna blu che segnalava un tempo le stazioni di polizia in Gran Bretagna.
Una curiosità: le vetture usate da Scotland Yard del film diretto da Basil Dearden sono Humber Super Snipe MkI, un modello lanciato nell'immediato dopoguerra, molto utilizzato per impieghi governativi e dalle prestazioni, per l'epoca, adeguate alle esigenze della polizia (128 chilometri orari di velocità massima, una performance più che soddisfacente, considerati gli standard del tempo).
Altra curiosità: leggendo i titoli di testa di The Blue Lamp ci si imbatte nel nome di Bernard Lee.
Molti anni dopo questo attore sarebbe stato uno dei volti più noti della saga cinematografica di James Bond, come interprete (di lungo corso) di "M", alias l'ammiraglio Sir Miles Messervy, il burbero capo di 007.
p. s. : Di 007, su questo blog, ho parlato anche qui

http://giovannicapozzi.blogspot.com/2010/10/james-bond-and-beatles-these-are.html

Nessun commento:

Posta un commento